Sorbo

Il sorbo selvatico (Sorbus aucuparia) e i suoi grappoli invernali di bacche rosse rappresentano la protezione dell’Altroregno all’interno del Mondo di Mezzo degli uomini. 

Un ramo di sorbo posto sopra la porta protegge dagli intrusi indesiderati, specialmente dagli spiriti malevoli. Nascosto sotto i vestiti protegge durante i viaggi. Mangiando le bacche rosse di un sorbo fatato si acquisiscono saggezza e conoscenza. Ma attenzione: un fuoco di legna di sorbo può evocare la presenza di spiriti ultraterreni, sia gentili sia maligni.

Il sorbo selvatico o sorbo degli uccellatori viene venerato in tutto il mondo di luce per il suo ruolo fondamentale nella magia e negli incantesimi del Piccolo Popolo. Le sue caratteristiche sono la potenza e la fierezza. Nei cicli mitologici irlandesi, Etain viene colpito da un “bastone di scarlatte bacche di sorbo” e scompare all’istante in una pozza d’acqua.

Nel Ciclo irlandese di Fionn, l’eroe Finn acquisisce la comprensione di tutte le cose mangiando un salmone screziato di rosso che si era nutrito delle bacche di un sorbo incantato che sovrastava le acque del lago in cui viveva.
Gli alberi di sorbo sono considerati presenze benevole poiché offrono protezione ctonia e soprannaturale e portano fortuna. 

La gente è felice di avere un albero di sorbo vicino a casa o accanto ai luoghi sacri, e spesso usa piccoli rametti nascosti sotto gli abiti per attirare la buona sorte. Un ramo di sorbo posto sopra la porta di casa protegge l’abitazione dagli incendi, dagli intrusi e dagli spiriti indesiderati. In una storia raccolta nel secolo scorso nelle highland scozzesi, il sorbo protegge i contadini che assistono alla processione delle fate che ha luogo all’inizio di ogni estate. Da sotto una porta ornata con rami di sorbo, i contadini possono “osservare la cavalcata accompagnata dal suono della musica, dal tintinnio delle briglie e da una mescolanza di molte voci, [mentre] si spostava lungo il suo percorso”.

Le bacche e i rami di sorbo sono i protettori per eccellenza delle mucche, sacre alle dee del Piccolo Popolo. Il sorbo viene tenuto nelle stalle per “vegliare sul bestiame; messo nella paglia e attorno ai bidoni per evitare che il latte munto venga [rubato] “. In una storia nata nella contea di Cavan negli anni Quaranta, Charles King riferisce che “le persone anziane erano solite legare bacche [di sorbo] alle code delle mucche.
Formavano un piccolo cerchio con le bacche e lo legavano con uno straccio rosso, quindi vi facevano scivolare attraverso la coda della mucca… Questo veniva usato come ‘protezione’ contro i ladri fatati”.

La legna di sorbo selvatico serve anche per la divinazione: è probabile che gli Scandinavi vi ricavassero le rune. Un bastone di sorbo viene usato per predire il futuro. Un fuoco di legna di sorbo getta incantesimi e anticipa il pericolo evocando spiriti ultraterreni, non necessariamente benevoli.

All the images on this web page are trademark and artwork of Brian Froud . © Brian Froud. Visit WorldofFroud.com for more on this artist.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.