Invocazione quattro stelle

Per questa invocazione è indispensabile disporre di una bussola per individuare i quattro punti cardinali.  Una volta che vi sarete orientati, sedetevi al centro tra i quattro punti. Purificate il vostro spazio interiore mediante l’esercizio di visualizzazione. 

Ora volgetevi a est. Siate consapevoli di una dolce brezza primaverile che spira da questa direzione, fragrante di tutti i profumi della stagione.
Lasciate che accarezzi il vostro volto.

Dite ad alta voce: Reul Near , stella dell’ est, dacci dolce nascita.
Pensate alla vostra nascita e alle sue circostanze. Pensate alle migliaia di esseri che in questo stesso giorno devono
varcare il cancello dell’ est. Che genere di condizioni vi troveranno? Pensate anche alla vostra rinascita finale. Questo
è il cancello superato il quale rientrerete nel mondo verde quando sarà venuto il momento. Siate consapevoli di ogni
germe di nuovi pensieri, di nuovi progetti, nella vostra coscienza.
Fate che il vento primaverile spiri su di essi e vi avvolga con la sua fragranza.

Volgetevi poi a sud, e sentite il caldo vento meridionale che carezza il vostro volto. Esso porta la fragranza di mille fiori dei prati estivi.

Dite ad alta voce: Reul Deas, stella del sud, dacci grande amore.
Pensate a ogni momento della vostra vita in cui avete sperimentato amore in tutta la sua purezza e forza, magari
l’avvolgente amore parentale dei vostri primi anni o i travolgenti sentimenti della vostra prima infatuazione. Rivivete adesso l’ esperienza; pensate anche ai molti esseri nel mondo verde (e in altri mondi), bisognosi di amore, che desiderano amore, che sono degni di amore. Fate in modo che vostro amore si dilati a incontrarli. Questo è il cancello
del matrimonio e della maturità, e dunque pensate anche a queste cose. Tutto ciò che in vita vostra desiderate che cresca e prosperi, dovrebbe essere accarezzato dal vento del sud.

Dopo essere rimasti a sud per un po’, volgetevi a ovest. Il vento occidentale è ricco dell’ odore di foglie autunnali e di un lieve sentore di mare.

Dite ad alta voce: Reul Niar, stella dell’ovest, dacci un’età tranquilla.
Pensate alla vostra vecchiaia, che sia già con voi o che debba ancora arrivare. Pregando, pensate alla parola «tranquillo»: ogni essere di ogni mondo ha diritto a un ‘età tranquilla. Pensate ai benefici che essa comporta. Per esempio, alla possibilità di volgervi alla vostra interiorità in tranquilla contemplazione.
Qualsiasi situazione e ogni creatura che durante la vostra vita abbia occupato un lungo periodo di anni, dovrebbero
essere sfiorate dal salso sentore dell’ ovest.
Infine, volgetevi a nord. Il vento qui è freddo, con una folata di fiocchi di neve.

Dite ad alta voce: Reul Tuath, stella del nord, dacci la morte.
Mettetevi senza paura di fronte alla vostra morte che verrà a voi dal nord. Non siate sentimentali, ma affrontate
la certezza che la vostra vita finirà. Pensate alle migliaia di esseri che abbandoneranno il mondo verde passando per il cancello del nord prima che questo giorno sia finito. Pensate agli incontri con la morte che avete avuto finora nella vita. Che cosa ne avete appreso? Qualunque situazione o persona da cui sentite il bisogno di affrancarvi, deve passare per il vento del nord purificatore e corroborante.
Questa meditazione sulla morte non è la conclusiva. Tornate a rivolgervi brevemente a est, mentre finite la preghiera, quale pegno dell’inizio di un nuovo ciclo. 

Guardate tutti i semi di novità di cui avete bisogno per arricchire la vostra esistenza. Rimanete per un po’ in silenzio. Non c’è bisogno di congedare i poteri del punto cardinale, più di quanto lo sia di distaccarvi, al termine della preghiera, dal dio o dalla dea. Non avete ordinato la loro presenza: avete fatto amicizia con il loro potere.

Myrddn mezzo elfo luna crescente febbraio 2003

All the images on this web page are trademark and artwork of Brian Froud . © Brian Froud. Visit WorldofFroud.com for more on this artist.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.